Contenuto Principale
Montecalvo Irpino-Cultura
Montecalvo: tra folclore e leggenda PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 3
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
Venerdì 21 Giugno 2013 08:38

Il folklore (o folclore) viene da lontano e racchiude quei caratteri di tradizione e territorialità che ha trasformato nei secoli, riti e usanze della vita popolare in quelle che oggi possiamo definire importanti risorse culturali ed economiche. Trasferendo di generazione in generazione i segreti, le tradizioni e le usanze oggi il turismo e la vita quotidiana tendono a riscoprire il valore di queste antiche origini che partono dall'arte popolare e dall'artigianato per arrivare alle feste tradizionali e ai costumi folkloristici. Video

 
il comune di Montecalvo contro la violenza sulle donne PDF Stampa E-mail
Scritto da canale 58 Tv   
Venerdì 21 Giugno 2013 07:38

Montecalvo con Torino, e tante altre città italiane, contro gli episodi di femminicidio e di violenza. Il comune guidato da Carlo Pizzillo risulta essere il primo dell’aria ad aderire alla campagna nazionale "365 GIORNI NO" alla violenza contro le donne. «È una materia estremamente delicata e le amministrazioni comunali devono giocare un importante ruolo per sensibilizzare la propria comunità» - ci ha riferito il sindaco. Un’adesione rilevante nell’ottica che ogni piccolo contributo può servire a contrastare le proporzioni allarmanti assunte dal fenomeno tanto da richiedere di essere posto tra le priorità delle agende politiche di Comuni.

 
Africa special night PDF Stampa E-mail
Scritto da Alfonso Caccese   
Giovedì 20 Giugno 2013 10:46

Amici del Camerun è un’organizzazione, senza fini di lucro e con l’azione diretta personale e gratuita dei propri aderenti, ispirandosi a valori umanitari e a finalità solidaristiche ,si prefigge di aggregare tutte quelle persone italiane e straniere che intendono mettere a servizio degli immigrati le proprie risorse di professionalità , di esperienza,di tempo e quanto altro è nelle proprie possibilità. L’Organizzazione si dedica in maniera particolare a quelle fasce di emarginazione come sono gli immigrati e tutte quelle persone straniere che vivono in situazione di emarginazione. E' presieduta da Joseph Ayina ed ha sede legale in Montecalvo Irpino.

 
La vita di San Pompilio è ora un film: Amerò sempre PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 1
ScarsoOttimo 
Scritto da Alfonso Caccese   
Martedì 18 Giugno 2013 14:21

Da un idea che sembrava irrealizzabile a pochi giorni dalla realizzazione finale del progetto, quasi un anno dalla scrittura alla sua messa in opera. Questi i tempi richiesti per la concretizzazione dell’idea fantastica del parroco di Montecalvo Irpino, Don Teodoro Rapuano, un film sulla vita di San Pompilio M.Pirrotti. Una idea senz’altro meritoria ma che già era stata studiata e progettata nel 2008 per iniziativa dell’allora assessore Nicola Serafino , coadiuvato dal Dottor Antonio Stiscia, trovarono il regista e lo sceneggiatore,contattarono le persone giuste, cercarono il coinvolgimento di personaggi di spicco dello spettacolo,predisposero un progetto,di cui il materiale è agli atti del Comune,ebbene, tutti quelli che avrebbero dovuto dire di sì,ammutolirono. Le autorità civili e religiose nicchiarono!

 
Montecalvo:ncoppa alla "Chiazza" PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 2
ScarsoOttimo 
Scritto da Administrator   
Domenica 16 Giugno 2013 08:05

Montecalvo Irpino, tra Benevento e Avellino, è uno dei tanti paesi del sud dove la miseria, l'emigrazione, hanno consumato, quotidianamente , la forza e la voglia di fare. Ma tutto questo non ha impedito a Montecalvo di far ascoltare la propria voce. Come spesso succede, a chi è costretto ad abbandonare la propria terra, rimangono i suoni uditi e passati tra le mura domestiche,nella piazza del paese, nei campi. Suoni e rumori che rimangono intatti nella memoria, ritornando costantemente alla luce nei momenti in cui ognuno deve fare i conti con se stesso. Andare a ricomporre la memoria collettiva,riconquistare la lingua delle proprie origini significa infondere e dar coraggio, ma sopratutto riconsegnare, a chi l'aveva perduta, la sua giusta appartenenza ad una civiltà antica degna di rispetto pregna di atavica nobiltà.

 
Tutto pronto per la "festa delle ciliegie" PDF Stampa E-mail
Scritto da Alfonso Caccese   
Giovedì 13 Giugno 2013 16:06

E’ tutto pronto per la “Festa delle ciliiegie”, organizzata, per la giornata di sabato 15 giugno 2013, dalla Pro loco Montecalvo anche se la stagione che sta per finire è stata poco felice e ha messo a rischio la produzione del piacevole frutto. Ma organizzatori e coltivatori ce l’hanno messa proprio tutta e si presenteranno puntuali alla popolazione offrendo ad essa dolci a base di ciliegie e assaggi di vari tipi di ciliegie prodotte dal nostro territorio. Una buona vetrina anche per i visitatori che affluiranno nel nostro comune per cogliere le peculiarità e la squisita bontà della nostra produzione di "cirase".

 
Civiltà contadina: la Malvizza PDF Stampa E-mail
Scritto da Alfonso Caccese   
Martedì 11 Giugno 2013 08:07

La ricerca delle proprie radici è un’esigenza che prima o poi, qualsiasi individuo si sente in dovere di tradurre in informazioni reali. Talvolta, addirittura, questa operazione si arricchisce via via di contenuti di sicuro valore letterario, scientifico, poetico. Per conseguire traguardi di tali dimensioni, è opportuno esprimere una gamma di funzioni e di sensibilità di fondo talmente ampia da poter essere parafrasata senza limitazioni di sorta. Ne possono nascere trame espressive di diversa tipologia analitica: con inclinazione alla creatività artistica o alla riscoperta dell’ uomo attraverso vere e proprie analisi del contesto sociale.

 
Angelo Siciliano e la memoria contadina PDF Stampa E-mail
Scritto da Paolo Saggese   
Lunedì 10 Giugno 2013 10:57

Resto ammirato di fronte alla produzione poetica, artistica e antropologica di Angelo (all’anagrafe Angelomaria) Siciliano, nato a Montecalvo nel 1946, e che, da una vita ormai, ha abbandonato con il “corpo” l’Irpinia. Nel 1965, infatti, aveva preso la strada per Napoli, in attesa di laurearsi alla “Federico II” in economia, poi il servizio militare, e dal 1973 si è trasferito a Trento, dove ha insegnato negli Istituti superiori e tutt’ora vive con la sua famiglia. Egli appartiene, dunque, pienamente a quelli che abbiamo definito i “poeti della diaspora”.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 6
Ricerca / Colonna destra

Pubblicità

Banner
Banner
Ulti Clocks content

Meteo

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare acconsenti all'uso dei cookie. privacy policy.

Io accetto i cookies per questo sito.